BAMBINO


Il Percorso formativo non è suddiviso in materie

Le singole aree di esperienza vengono condivise seguendo la logica della Monomateria già dalla prima giornata

TRACCE INDICAZIONI DI PERCORSO

Fashion Engineer Designer

Responsabile progetto: Prof. Luciano Di Nardo

 

Design/Stile/Modellazione manuale

DESIGNER/STILE

Competenze di Alta progettazione Modellistica Internazionale

 

SBOCCHI PROFESSIONALI

–Progettista stilista di Collezioni
–Progettista modelli Industriali

–Uomo Prodotto

–Tecnico per controlli della qualità


Dipartimento TECHNO/STYLE-

–Progettazione Modelli Basi Industriali (e sartoriali)
–Progettazione Techno Style


Dipartimento SVILUPPI TAGLIE

–Sviluppo Tg. Basi

–Sviluppo Tg. Fantasie

–Sviluppo Tg. Sartoriale Personalizzato

–Sviluppo Tg. Sistemi Internazionali

 

CONTENUTI DELLE PROPOSTE

 

DEPARTMENT TECHNO ENGINEERING:

Modulo Progettazioni modelli BASI

–Progettazioni e gestione dei MODELLI BASE industriali

–Progettazioni e gestione dei MODELLI BASE sartoriali
–Lettura dei "difetti" delle realizzazioni

–Sdifettamenti dei modelli e personalizzazioni delle BASI
–Sviluppo delle abilità e competenze per creare modelli base per Tendenza e per Stile
–Industrializzazione dei modelli base

 

Modulo Progettazione Sviluppo delle Taglie

–Comprensione e gestione delle regole di sviluppo

–Sviluppi taglie delle basi

–Sviluppi taglie delle fantasie

–Applicazione delle regole internazionali per lo sviluppo regolare delle taglie

–Applicazione delle regole internazionali per lo sviluppo personalizzato delle taglie
–Creazione di tabelle personalizzate in riferimento al mercato di riferimento (Commerciale)

 

DEPARTMENT DESIGNER TECHNO/STYLIST:

Modulo Progettazione Fantasia gestita

–Comprensione delle logiche delle trasformazioni dei modelli base

–Trasformazioni basi abiti in corpini per interpretazione Stile e giro delle pince

–Trasformazioni basi maniche per interpretazione Stile e tipologie

–Lettura analitica dei figurini per trasformazioni tecniche/creative dei Modelli

–Interpretazioni a tecnica obbligatoria delle proposte creative
–Interpretazioni a tecnica libera delle idee creative

 

Modulo Progettazione Fantasia in autonomia

–Definizione budget delle collezioni

–Definizione dei Mood's

–Scelta delle Basi per le trasformazioni Style

–Disegni figurini per Fashion Capsule 

–Interpretazioni Tecniche/Creative dei figurini

–Creazione scheda tecnica

–Presentazione della collezione all'ufficio commerciale

 

Moduli Formativi Intermedi

L’output derivante dal processo formativo di ACCADEMIA MODA LUCIANO DI NARDO

è applicabile immediatamente in gradi Aziende, in Laboratori con strutture Artigianali

–Gestione dei rapporti interpersonali
–Atteggiamenti e comportamenti in azienda
–Processi aziendali

–Gestione dei prodotto; Prototipi/Campioni/Produzioni
–Definizioni dei parametri di qualità in relazione ai target aziendali
–Procedure e verbali per i Controlli della qualità dei prodotti di abbigliamento
–Esercizi di Laboratorio e confezione dei prototipi

 

 

FREQUENZA

Ore di Frequenza Obbligatoria

Ore di Frequenza Libera Assistita

 

Bibliografia
       Dressing Basik Patterns  L. Di Nardo


Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti